Ottorino Gurgo

Ottorino Gurgo

Ottorino Gurgo, scrittore e giornalista italiano. E’ stato per molti anni notista politico de Il Giornale al fianco di Indro Montanelli. Poi capo della redazione romana de il Mattino, direttore del Roma, editorialista del Giorno e dell’Informazione. E’ stato conduttore della rubrica politica “Il Punto” per il Gr2. Autore di numerosi saggi tra i quali "Vietnam controrapporto", "Perché i Kennedy muoiono", "Sciascia" e "L’illuminista cristiano".

grasso-e-bodrini 2

I presidenti serpenti

 di Ottorino Gurgo

C’è un antico aforisma secondo il quale “l’ambizione dell’uomo è come il serpente che, visto un elefante, se lo vorrebbe mangiare: qualunque metà raggiunga, non è mai soddisfatto “. Ci torna alla memoria, questo aforisma, nell’osservare il frenetico attivismo dei presidenti dei due rami del Parlamento, Pietro Grasso e Laura Boldrini.

GRASSO-BOLDRINI, NUOVO STILE INFORMALE PER PRESIDENTI

Pietro Grasso e Laura Boldrini

Pur essendo assurti a cariche prestigiose, al vertice del Senato l’uno e della Camera l’altra, i due sembrano non esserne appagati. Puntano alla guida del governo, sotto la bandiera di una sinistra-sinistra che respinge aprioristicamente ogni ipotesi d’intesa con il Partito democratico (dalla costola del quale, pure, proviene) ed è pronta ad allearsi con chicchessia, come confermano le avance di Pier Luigi Bersani nei confronti dei cinquestelle di Beppe Grillo, pur di mandare a casa l’odiatissimo Matteo Renzi.

3 Ottorino Gurgo

Ottorino Gurgo

Naturalmente, pur impegnati in una serrata polemica politica e venendo meno al ruolo di super parte al quale dovrebbero attenersi, i due presidenti si guardano bene dallo scendere dal loro scranno al quale restano tenacemente avvinghiati.

Ma davvero Grasso e la Boldrini pensano che, ponendosi alla testa di una così bislacca ammucchiata, avrebbero la possibilità di veder soddisfatta la l’oro aspirazione di conquistare Palazzo Chigi ?

Boldrini-Grasso

Per quanto sia noto che l’ambizione, quando superi certi livelli, può va effetti obnubilanti sulla mente umana, non crediamo che i due personaggi siano così privi di senso della realtà da credere di poter soddisfare il loro desiderio. Tra l’altro i seguaci dell’ex comico genovese hanno dichiarato chiaro e tondo di non voler stipulare alcuna alleanza e di voler affrontare in splendida solitudine la prossima consultazione elettorale.

La realtà può, quindi, essere diversa. È probabile, infatti, che sia Grasso, sia la Boldrini, siano consapevoli che, nella prossima legislatura, quali che siano i risultati delle urne, né l’uno né l’altra otterranno di essere confermati nelle rispettive cariche di presidente del Senato e presidente della Camera e che, più che alla guida del governo (obiettivo per loro irraggiungibile) puntino alla poltrona, certamente meno prestigiosa, ma comunque appetibile per chi rischia di ritrovarsi a mani vuote,  di leader della sinistra dura e pura.

ITALY-POLITICS-GOVERNMENT-PRESIDENT-ELECTION

Se così fosse ci sarà dato assisti, sin dai prossimi giorni, a una serie di puntura di spillo tra i presidenti della seconda e della terza carica dello Stato. Non sarà uno spettacolo edificante ma, purtroppo, costituirà l’ennesima conferma che i nostri uomini politici, non combattono ormai più per affermare un’idea o realizzare un progetto, ma unicamente per assicurarsi una carica, con tutti i benefici personali che questo comporta.

Non vorremmo apparire nostalgici del tempo che fu. Ma non è forse anche questa una conseguenza di quella morte delle ideologie che molti hanno considerato alla stregua di un evento positivo, di un superamento della vecchia dialettica ottocentesca. Ma che noi continuiamo a considerare una causa, forse la maggiore, di quell’immiserimento della politica che è sotto gli occhi di tutti.

 

 

 

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Altri post dello stesso Autore