Archivio della categoria: Copertina

ronaldo.juve_.tifosi.2018.1080x648-650x412

La farfalla bianca e nera col mitra

di Adolfo Mollichelli -

E’ come il caveau della banca più ricca del mondo. Per nome ha scelto una sigla che sa di bus circolare: CR7. E’ bello, alto, impettito, muscoloso e si diverte a giocare al pallone come pochi. E’ tutto esageratamente extralarge nel mondo reale, che appare virtuale, di Cristiano Ronaldo da Funchal, santificata grotta dell’isola di Madeira. Dati scientifici alla mano dicono di lui che sia un fenomeno. Continua a leggere

Alé le Bleus, grazie Croazia. Dopo solo il diluvio 
 Mondiale delle sorprese e delle delusioni, salvato dalla consistenza tecnica delle finaliste

  
    
 di  Adolfo Mollichelli

Alé le Bleus, grazie Croazia. Dopo solo il diluvio

di Adolfo Mollichelli

 Tetelestai. Tutto è compiuto. La frase biblica ci sta tutta perché anche a Mosca il cielo s’è squarciato sui protagonisti del mondiale, detto di Putin. E infatti lo zar era l’unico ad essere protetto da un ombrello durante il diluvio che ha inzuppato Macron, la bella bionda presidentessa croata e tutti gli altri vip e meno vip durante la cerimonia di premiazione. Continua a leggere

La Flottillia del sindaco-pirata 
 Il filo sempre più rosso che unisce l’amministrazione De Magistris e la Palestina  

  
    
 di   Gerardo Verolino

La Flottillia del sindaco-pirata

 di Gerardo Verolino -

Se non ci fossero porti chiusi sulla sponda del Mediterraneo verrebbe meno l’urgenza dell’esodo per molti abitanti di questo pianeta. Per questa ragione ho fatto visita a due imbarcazioni della Freedom Flottilla ormeggiate nel porto di Napoli. La Flottillia è una missione pacifista e umanitaria che tenterà di rompere, festosamente, il blocco navale patito da Gaza e da gazawi. Ho salutato l’equipaggio, donne e uomini provenienti da diverse parti del mondo che hanno deciso di spendere parte del loro tempo in questa straordinaria impresa che avrà sempre il merito di porre l’attenzione su un embargo estremo e sottaciuto dalla comunità internazionale e dall’opinione pubblica mondiale”. Continua a leggere

GadLerner_500px1

Gad c’è. Amen

di Gerardo Verolino –

Se si tratta di indossare la casacca rossa, incurante del Rolex d’oro al polso, “per contrastare l’emorragia di umanità”, Gad c’è. Se si tratta di firmare l’appello per imporre lo stop all’acquisto degli F35, Gad c’è. Se si tratta di firmare l’appello contro “la svolta autoritaria di Berlusconi” Gad c’è. Se si tratta di firmare l’appello di “Micromega” per chiedere la “revoca dei servizi sociali utilizzati da Berlusconi” e spedirlo direttamente in galera, Gad c’è. Se si tratta di firmare un appello per la liberazione dal carcere di Adriano Sofri, con annesso “digiuno contro l’oblio”, Gad c’è. Continua a leggere

Ronaldo Cavani

La caduta degli dei

di Adolfo Mollichelli

Vado controcorrente: questo mondiale mi sta divertendo e piacendo. Perché la caduta degli dei, lo sta rendendo finalmente umano. A casa i dieci palloni d’oro in due: Messi e Ronaldo. La pulga e il bus di linea CR7. Da palloni d’oro designati non necessariamente per i loro grandi meriti sul campo a palloni sgonfiati: gli sponsor, il merchandising, la pubblicità che è l’anima del commercio e tutto muove. E che palle! (chiedo venia). E adiòs Spagna mia. Dopo dieci anni di successi. E che lagna però ‘sto tiqui taca che mi faceva sbuffare anche quando lo praticava il Barcellona. Guardiolisti di tutto il mondo, convertitevi. Continua a leggere

1528832369257.jpg--

Vomitevole Grandeur

di Emiddio Novi

Macron nega se stesso. Telefona al premier Giuseppe Conte. Si rimangia tutto. E torna il sereno tra Parigi e Roma. Ma la giornata di follia transalpina rimane. Quel “vomitevole” con cui è stata definita la prima rivendicazione di sovranità da parte italiana sarà scolpito nella nostra memoria storica. Ai francesi è sembrata una procazione il rifiuto da parte nostra del rapporto ancillare che Germania e Francia avevano imposto all’Italia. Continua a leggere

maxresdefault

Matrioska mundial

di Adolfo Mollichelli

Scatta il mondialone di Putin. Ci siamo. Anzi: ci sono loro. Tutte le Nazionali più blasonate tranne l’Italia quattro volte campione che il presidente federale delle banane affidò al ct gorilla. Sessant’anni dopo la prima volta, Svezia ’58, l’anno magico che fece conoscere all’orbe terraqueo Edson Arantes do Nascimiento: Pelé. Squadre iscritte 32, partite da disputare 64, giorni di gara 31, città ospitanti l’evento 11, ouverture 14 giugno, finale 15 luglio.  Continua a leggere

Italy v Netherlands - International Friendly

Non ci resta che piangere

di Adolfo Mollichelli -

Un-due-tre. Mancini, elegante e composto anche sotto la pioggia, ha compiuto il suo trittico di prova. Salam Arabia Saudita (e sunnita), allons enfants de la patrie, i tulipani sfioriti d’Olanda. Provare, provare, provare. Dice così la donzella quattrocentesca che gioca con una palla tra le mani al messere Troisi a cavallo di messere Benigni. Chissà perché m’è venuto alla mente – pensando all’italica nazionale – a Non ci resta che piangere. Ma provando e riprovando il nostro ct qualcosa s’inventerà. Ne sono (quasi) certo. Continua a leggere

sarrigggg-640x640

Avanti Sarri, alla riscossa maglietta rossa

di Adolfo Mollichelli -

Tutto è compiuto. Campionato e week end entusiasmanti fino alla fine. Al settimo sigillo di Madama, al secondo posto con punteggio record (91 punti) del Napoli, si sono aggiunti gli ultimi verdetti. Roma terza forza in assoluto. Milan in Europa League senza dover passare dalla noia dei preliminari che, invece, toccheranno all’Atalanta. Inter in Champions dopo un digiuno di sei anni. Lazio a leccarsi ferite dolorose. Crotone, battuto al San Paolo, in B insieme con Verona e Benevento. L’addio di Buffon alla Juve. La finale perduta ai rigori dagli under 17 azzurri al cospetto degli olandesini scafati e fallosi che ve li raccomando.  Continua a leggere