Archivio della categoria: Copertina

20289884_102 12165151997306_1253370999_n

Gli ultimi giorni di Maduro

di Carlo Alberto Paolino

La Casa Bianca ha mostrato la sua preoccupazione per la situazione politica in Venezuela visto i risultati della “consulta popular”. “Se il regime Maduro impone la sua Assemblea Costituente il 30 luglio, gli Stati Uniti prenderanno misure economiche forti e veloci, non resteremo a guardare la morte di un Paese. Il popolo venezuelano non vuole altro che  difendere la democrazia, la libertà e lo stato di diritto, tuttavia, le sue azioni forti e coraggiose rimangono ignorate da un pessimo leader che sogna di diventare un dittatore “. Continua a leggere

apollo17-638x425

Quel giorno ci sentimmo onnipotenti

di Enrico Mentana 

 Dedicato a chi visse il brivido dello sbarco sulla luna, e mai lo dimenticherà. E a quei babbei che credono che lo sbarco non sia mai avvenuto. Ventuno luglio 1969. Quella fu per noi la notte della Luna, il mondo intero viveva in diretta la discesa del primo uomo dalla scaletta del modulo spaziale alla superficie lunare. Immagini traballanti, ma emotivamente insuperate: la cronaca che si sovrapponeva alla fantascienza. Forse anche l’inizio della fine dei sogni: da quel giorno, poco a poco, abbiamo disimparato a sognare.

Continua a leggere

boldrini-khulood-921662

Il silenzio colpevole della Boldrini

di Annalisa Chirico  -

La presidente della Camera Laura Boldrini era forse intenta a redigere il nuovo Dizionario Rosa, desinenze rigorosamente in essa e trice; o forse dettava agli eletti in Parlamento la lista delle leggi che lei ritiene, a suo insindacabile giudizio, da approvarsi entro la fine della legislatura, così volle, fortissimamente volle; oppure, bisognerebbe domandarglielo, con i collaboratori ultimava l’elenco, già abbozzato, dei monumenti da abbattere al fine di non urtare la sensibilità di qualche minoranza oppressa. Continua a leggere

riforma-economica-cinese

Se questo non è nazismo…

di Emiddio Novi

I cinesi stanno rifondando il nazismo, partendo dal comunismo ultraegualitario delle guardie rosse maoiste. Lo fanno con una gradualità che in Occidente è del tutto inavvertita. Credono, gli intellettuali e i politologi, che il comunismo sia culturalmente e irrimediabilmente inconciliabile con una visione del mondo che s’impernia sul razzismo biologico.  Continua a leggere

patriarchi

L’ultimo delirio Unesco

di Giordano Stabile –

Un’altra decisione dell’Unesco sul patrimonio storico riaccende lo scontro fra palestinesi e Israele. Dopo la risoluzione che negava i legami fra ebraismo e la Città vecchia di Gerusalemme, poi attenuata, oggi è stata la volta della Tomba dei Patriarchi di Hebron, uno dei massimi luoghi santi per gli ebrei, venerata anche dai musulmani come Tomba di Abramo. Continua a leggere

censura-medio-oriente-909977

Il ritorno della censura

di Gianpaolo Santoro –

La guerra dichiarata è all’Occidente. A quell’Occidente che nei secoli aveva preso chiaramente il sopravvento, trasformando il mondo ai loro occhi “nel paradiso degli infedeli e l’inferno dei credenti” e uccidendo la narcisistica, secolare convinzione dei musulmani che la loro civiltà costituiva la migliore forma di organizzazione sociale. Continua a leggere

Spaggiari-parrucca

La merda a 24 carati

di Paolo Isotta

Incominciò ad aprile e terminò il 24 luglio 1976. Un anarchico, insieme di destra e di sinistra, genio del crimine “senz’armi né odio né violenza” e del surrealismo vitale, Albert Spaggiari, capisce che scavando nelle fogne di Nizza si può arrivare al caveau della Societé Générale. Là ci sono le cassette di sicurezza, coi valori, i gioielli, i lingotti. Lui, Albert, la pensava così: “Credo che ogni atto contro la società sia un’azione politica. Al primo posto il furto – non parlo del furto abietto che consiste legalmente o illegalmente nel rapinare i poveri, ma del Furto. Allo stesso tempo virtù ereditaria e arte tradizionale … e suprema speranza dell’uomo di raggiungere il suo scopo con i propri mezzi.” Continua a leggere

orologio modello rolex

Capri ai tempi del Rolex

 di Mino Cucciniello

Dopo le prove generali prima con le festività pasquali e poi con i ponti del 25 aprile e 1 maggio, Capri con il weekend appena conclusasi ha ufficialmente aperta la stagione estiva 2017 con un eccezionale tutto esaurito che ha interessato alberghi, ristoranti, bar e stabilimenti balneari, che si augurano almeno dalle prenotazioni che giungono agli alberghi di poter vivere un ‘altra bella stagione come è nelle tradizioni millenarie dell’isola. E da quest’anno le ore verranno scandite oltre che dal tipico orologio del campanile ma anche da un più moderno orologio con forma di un rolex con corona zigrinata esposto da una nota gioielleria di Vittorio Emanuele. Continua a leggere