Archivio tag: terrorismo

Mohammad Javad Zarif

Giù il velo, miss Pesc…

di Eduardo Palumbo –

images xx

La Mogherini, a suo agio, al parlamento iraniano

Domanda facile facile. Ma se gli Stati Uniti rimettono in discussione l’accordo nucleare con l’Iran con un accurato appello che va ben aldilà dell’accordo stesso, “è ora che il mondo intero si unisca a noi, per pretendere che il governo iraniano metta fine al suo perseguimento della morte e della distruzione..” secondo voi il capo della diplomazia Ue Federica Mogherini da che parte si schiera?

Troppo facile, direte. Ed avete ragione. Ovviamente la Mogherini è sul fronte opposto di Trump, al fianco di quell’Iran che era andata in Parlamento ad “omaggiare” dopo le ultime elezioni, con tanto di velo, l’immagine di una Europa islamizzata, “L’accordo non è rinegoziabile, neppure parzialmente” ci ha fatto sapere la ministra degli esteri dell’Unione europea, ribadendo che “l’Iran ha rispettato le intese”.

Giù il velo miss Pesc… Così può aprire gli occhi.

Schermata-2017-08-18-alle-17.38.57

Ma i bambini
non sono tutti uguali…

di Marcello Foa –

Dunque riepiloghiamo: la Cia aveva avvertito i servizi spagnoli sul rischio di un attentato proprio alla Rambla. L’Isis già in febbraio aveva minacciato azioni terroristiche nelle aree frequentate dai turisti e il rischio era così elevato che, come ha sottolineato Germano Dottori durante lo speciale su Rai3, alcuni tour operator hanno reclutato in segreto più di 100 ex membri delle truppe speciali britanniche, affinché controllassero siti sensibili, come le spiagge di Ibiza. Sulla strage di Barcellona è già stato detto quasi tutto, mi limito a due osservazioni. Continua a leggere

COMBO MONACO

Ed ora frau Merkel?

 di Eduardo Palumbo

Barcollante, a viso scoperto, esce di nero vestito dal Mc Donald’s come se uscisse da un saloon. Si guarda intorno, indeciso, smarrito. Sembra un ubriaco, sembra non pienamente in possesso delle piene facoltà mentali, riflessi lenti, la sensazione è che sia pieno di droga. A non più di sei-sette metri c’è un anziano signore dai capelli bianchi che avanza lentamente , dalla strada laterale avanzano quattro cinque giovani ragazze. Quando sono vicini, vicinissimi, gli spari, uno, due, tre, uno dietro l’altro: ma la mano di Dio vuole che non colpisca nessuno. Wilkommen frau Merkel, benvenuta nell’unione Europea della paura. Il terrorismo è arrivato in Germania, a Monaco, nel cuore della Baviera Continua a leggere

I Pokémon della Costituzione  
   
 Renzi, Napolitano e la Boschi sono i “mostri tascabili” del fronte referendario del Si   
     
    
 di   Eduardo Palumbo

I Pokémon della Costituzione

di Eduardo Palumbo

 “Gotta catch ‘em all!”. Acchiappali tutti. I nostri Pokémon della Costituzione, sono loro tre: Renzi, Boschi e Napolitano, i gran paladini del Si. Già perché loro tre si giocano tutto, altro che Costituzione. E a dire vero, non si risparmiano. Tutt’altro. La parola d’ordine è “acchiappali tutti i voti”. E se c’è da turare il naso, nessuno si faccia problemi Continua a leggere

13713499_10208720706368318_1033833165_n

Il suicidio

di Gianpaolo Santoro
Ma che cos’altro deve ancora succedere, quanto altro sangue innocente si deve versare, quante lacrime, quale altro schiaffo umiliante e mortale deve subire la Francia, simbolo ormai del fallimento della decantata società multiculturale? Maledizione della grandeur, la fine di un Impero con il ripiegamento dall’Indocina e dall’Algeria e l’ingombrante eredità di milioni di cittadini che di francese hanno solo i documenti e non il sangue, la storia, la memoria. La religione. L’appartenenza.

Continua a leggere

12179971_10206857785636464_1115430970_n

La morte dell’Onu

 di Ottorino Gurgo

Il mondo è sconvolto dalle guerre, dal terrorismo, da ogni tipo di violenze. Si può dire che non vi sia angolo del pianeta che non sia in stato di belligeranza; una sorta di conflitto permanente generatore di morte Fondata nel 1945 a San Francisco, sulla scia della vecchia Società delle Nazioni, l’organizzazione delle Nazioni Unite aveva fissato, agli articoli 1 e 2 del proprio Statuto, sette fondamentali scopi e principi sulla base dei quali intendeva svolgere la propria azione

Continua a leggere