Archivio tag: Adolfo Mollichelli

3656255_nf1

La rabbia, l’orgoglio e gli aiutini

di Adolfo Mollichelli

 La rabbia e l’orgoglio, gli aiutini. Tutto fa brodo. La stanchezza delle duellanti è palese. Zio Maurizio e il conte Max che vanno avanti, cappellate a parte. L’incompiutezza delle milanesi che è avvilente. Storie strane su una terrazza romana. E il derby del Cupolone bussa alla porta.A Firenze c’è un giglio magico, davvero. In coda regna l’incertezza. Benevento a parte, che però gioca meglio di tante altre squadre che lo precedono in classifica. E’ il calcio, bellezza. Continua a leggere

Soccer: Serie A; Spal 2013-Juventus

Il giallo della Signora in giallo

di Adolfo Mollichelli -

Stop sul più bello. Spazio alla Nazionali. Ci si rivede a fine mese, tempo di Pasqua (che non è l’arbitro di Napoli-Genoa). In vetta, la sfida continua. Ma anche nella zona Europa è battaglia. Così come nel limbo della retrocessione che vede impegnate ben sette squadre, dal Grifone al Verona. Più il Benevento che gioca bene ma ha le streghe contro.  Continua a leggere

AFP_XC6UZ-0313-kNuC-U2401069799342XIB-620x349@Gazzetta-Web_articolo

Il vile & L’inchino

 di Adolfo Mollichelli -

E’ indice di stupidità ritenere di avere una risposta per ogni domanda ed è indice di saggezza trovare una domanda dopo una risposta (Milan Kundera). E si dice anche che giornalisticamente è un dovere porre delle domande ed è cortesia rispondere. Lascio un po’ tutti a riflettere sulla celebre frase del grande scrittore ceko. Continua a leggere

3573284_Mosca_-_CAGLIARI5

Hanno ucciso l’uomo Cragno

 di Adolfo Mollichelli

Il monday night riscalda i cuori nel giorno più freddo. La neve di Burian ha fermato la Juve che dovrà recuperare il match con l’Atalanta. A Cagliari niente fiocchi di neve ma una grandinata di gol: cinque, come nello scorso campionato. La Sardegna si addice agli azzurri. In estate, tutti sulla Costa Smeralda. A segno con Callejòn, Mertens, Hamsik, Insigne e Mario Rui. Una lezione di calcio. Continua a leggere

3550983_l3

Il penoso calcio azzurro

 di Adolfo Mollichelli -

In attesa di vedere che cosa farà la Roma mercoledì prossimo sulle rive del Don (Shakhtar Donetsk), ci consegniamo all’Europa come i parenti poveri. Il Tottenham ha imposto una quasi brexit alla Juve del Gonzalo che continua a mandare all’aria rigori decisivi (Napoli, Argentina, Juve). Il Napoli è crollato in casa di fronte al Lipsia. Il Borussia Dortmund ha tremato ma poi ha avuto ragione della splendida Atalanta. La Lazio che si è volatilizzata (omaggio al suo simbolo) in Romania. Ha vinto soltanto il Milan gattusiano in Bulgaria. In generale, una magra figura per il nostro calcio. Continua a leggere