Archivio tag: Grillo

878-be15-25c4d247913e

Grillo Mao

di Emiddio Novi

Le tarantelle di  Grillo e dei suoi followers dovrebbero indurre a qualche riflessione sui milioni di elettori che nonostante tutto lo seguono, lo votano e credono possibile affidare il futuro del Paese a una setta di forsennati smanettatori che vivono nella virtualità digitale. Nel M5S domina la logica di appartenenza delle guardie rosse della rivoluzione maoista. In Cina centinaia di milioni di giovani agitando e memorizzando il libretto rosso di Mao fecero fuori tutta la vecchia classe dirigente comunista accusandola di deviazionismo borghese. Il risultato di quella follia collettiva si è visto dopo poco più di trent’anni. Continua a leggere

la-prima-repubblica

Proporzionale, ritorno al futuro

 di Giulio Di Donato

 Terza repubblica più simile alla prima che alla seconda? Mentre sono in corso le consultazioni al Quirinale, azzardiamo una previsione: incarico al ministro degli esteri Gentiloni con Padoan all’Economia, per un Governo che affronti i prossimi impegni internazionali, decida gli aiuti di Stato per la ricapitalizzazione di Monte Paschi, proponga una nuova legge elettorale per Camera e Senato. Continua a leggere

ren

Scacco Matteo al governo

di Emiddio Novi

Uno tsunami referendario si è abbattuto su Renzi, l’Europa e la turbofinanza. Quasi il 70 per cento degli italiani ha affollato i seggi per travolgere il sistema. Non date retta a quelli che vogliono banalizzare questo voto. Ora vi vogliono far credere che tutto si possa limitare alla sconfitta di Renzi, del Pd e alla difesa della Costituzione
Continua a leggere

renzi-barbone-cerc

E adesso poveri uomini ?

di Ottorino Gurgo

Non è vero che, questa volta, i sondaggi ci hanno preso. E’ vero, infatti, che il “no” ha vinto la sfida referendaria, ma l’ha vinta in maniera così netta e clamorosa come nessun istituto demoscopico aveva previsto, tanto che sino a quando non sono state aperte le urne, i sostenitori di Matteo Renzi avevano ancora sperato di poter ribaltare le previsioni che li vedevano soccombenti e  di veder prevalere il “sì” Continua a leggere

don

Ok, in America tutto è possibile

   di Giulio Di Donato

Le élites con Hillary, il popolo con Trump. Un po’ come se dicessimo società civile contro la “casta” o meglio, le caste. È così? E comunque non è che il popolo abbia sempre ragione. Nel ’22 Mussolini non andò al potere con un colpo di Stato, lo fece tre anni dopo con il 65 per cento dei voti e 375 deputati. Lo stesso nel ’33 per Hitler. Gli Stati Uniti non sono né l’Italia del ’22 né la Germania del ’33 e Trump, ad occhio e croce, ha poco a che vedere con il duce ed il fuhrer Continua a leggere