397552-thumb-full-mogheriniteheran070817_

E ci ritroviamo
dalla parte dei terroristi…

di Gianpaolo Santoro –

Torna il terrore a Manhattan, l’estremismo islamico scaglia l’ennesimo attacco agli Stati Uniti, ancora uno schiaffo a tutto l’Occidente. Ma per grazia di Dio, il bengalese che voleva trasformare anche questo Natale in una festa di sangue facendosi esplodere all’ora di punta a Port Authority, la stazione centrale dei bus a New York, fa cilecca col suo giubbotto di morte. Arrestato grida al vento le radici del suo odio. “Una vendetta contro Israele…”

359b63b3864eb51788213642f9bc3006

Akayed Ullah, il terrorista di Port Authority

E contemporaneamente, quasi per un atroce segno del destino, la vecchia Europa che fa?

Eccola qui donna Federica lasciar cadere anche l’ultimo velo, travolgere la linea rossa della civiltà, schierare tutta l’Unione europea dall’altra parte, contro gli Stati Uniti, contro Israele, contro la Storia.

87109fc8f 6439 b04efa49325b32767fc

Federica Mogherini

“Su Gerusalemme Netanyahu ha detto di aspettarsi che altri Paesi spostino le loro ambasciate. Può tenere le sue aspettative per altri, perché dai Paesi Ue questo non avverrà…” L’Alto rappresentante per la politica estera europea alza un muro contro la mossa di Trump. “Non ci sono iniziative di pace in Medio Oriente che si possano realizzare senza l’impegno degli Usa, ma  Trump non si faccia illusioni: la loro sola iniziativa non avrebbe successo, perché servono un quadro regionale e internazionale che accompagni l’avvio, che in questo momento sembrano molto lontani”.

index

Già, quel “quadro” che ha portato a “regalare” il nucleare all’Iran e alle alleanze  trasversali che hanno permesso all’Unesco di combinare nefandezze inenarrabili calpestando la storia, quel quadro che da “dignità” ad organizzazioni terroristiche come Hamas ed Hezbollah, rendendo imbarazzante la black list e vergognose agenzie come l’Unrwa che costruisce scuole con tunnel segreti per far passare i terroristi, quel quadro che è arrivato sino ad ammettere la Palestina, che non è uno stato, come stato membro nell’Organizzazione internazionale della polizia criminale, l’Interpol, che dovrebbe combattere il terrorismo internazionale, che se non fosse un dramma, sarebbe la più grottesca delle farse…

iran-countdown-17047-kML-U11003503748308iT-1024x576@LaStampa.it

L’orologia di piazza Palestina a Theran

Una cupola europea filo islamica che con i suoi governi strizza l’occhio non solo al boicottaggio di Israele, ma che fa finta di non vedere quel gigantesco  orologio in piazza della Palestina, nel centro di Teheran, che segna il tempo alla “distruzione di Israele”, monumento eretto in onore  alla “profezia” dell’ayatollah Ali Khamenei, guida suprema della Repubblica islamica: “niente rimarrà dello Stato ebraico entro il 2040”.

L’Europa delle ipocrisie che, come ha scritto Sallusti, difende gli ebrei morti e attacca quelli vivi e che ad un tratto ci fa ritrovare dalla parte dei terroristi…

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Altri post dello stesso Autore