GadLerner_500px1

Gad c’è. Amen

di Gerardo Verolino –

Se si tratta di indossare la casacca rossa, incurante del Rolex d’oro al polso, “per contrastare l’emorragia di umanità”, Gad c’è. Se si tratta di firmare l’appello per imporre lo stop all’acquisto degli F35, Gad c’è. Se si tratta di firmare l’appello contro “la svolta autoritaria di Berlusconi” Gad c’è. Se si tratta di firmare l’appello di “Micromega” per chiedere la “revoca dei servizi sociali utilizzati da Berlusconi” e spedirlo direttamente in galera, Gad c’è. Se si tratta di firmare un appello per la liberazione dal carcere di Adriano Sofri, con annesso “digiuno contro l’oblio”, Gad c’è.

ind e x

Se si tratta di firmare una lettera-appello ai parlamentari per chiedere l’approvazione del ddl Cirinnà sulle unioni civili, Gad c’è. Se si tratta di firmare l’appello per un “Patto Generazionale” per cui ognuno dei firmatari assicura che dopo i 60 anni si dimetterà da ogni eventuale incarico istituzionale, Gad c’è. Se si tratta di firmare un appello per avere una maggiore presenza di Bibbia nella scuola italiana, Gad c’è.

Se si tratta di firmare un appello per richiedere le primarie di colazione ai partiti del centrosinistra, Gad c’è. Se si tratta di firmare un appello per dire “Ora basta! La rivolta delle donne contro il Cavaliere”, Gad c’è.

Gerardo Verolino 2

Gerardo Verolino 

Se si tratta di salvare la foca monaca, il cavalluccio a dondolo, le mezze stagioni, l’Amaro Ramazzotti, il Subbuteo, la fedeltà coniugale, l’Anticiclone delle Azzorre, l’ovetto Kinder, le gambe delle Kessler, la polvere d’Idrolitina, gli spaghetti alla carbonara e la penna d’alpino, Gad c’è.

1530867631261.JPG--

È lui il “polso d’oro”, non soltanto per il Rolex che tiene in bella mostra, della firma italiana, a prova di slogature. Se avete un appello valido, Gad Lerner, statene certi, lo firmerà.

Quante firme per un Gad solo. Ci sarebbe da riempire un libro intero su “Tutti gli appelli che Gad Lerner ha firmato in vita sua”. Da distribuire in comode dispense settimanali magari col “Fatto Quotidiano”.

lerner-Libero

Ma nelle uscite periodiche un capitolo a parte lo meriterebbe la smania firmaiola di Gad contro il suo Paese d’origine, Israele. Se si tratta di sottoscrivere il recente appello promosso dal settimanale  Espresso  sul “Massacro di Gaza”, a dire dei firmatari, causato da Israele, perché “non possiamo tacere di fronte all’uso sproporzionato della forza da parte di Israele”, Gad c’è.

image

E sempre, preoccupato, in un altro appello pubblico, perché “lo Stato d’Israele” possa diventare da Paese democratico in “una società governata da un principio di apartheid (una minoranza che detta legge alla maggioranza)”, Gad, insieme ad altri cinquemila, c’è. Oppure se si tratta di firmare un appello per “la protezione internazionale del popolo palestinese” perché “noi cittadini di Israele”consideriamo “gli insediamenti ebraici nei territori occupati da Israele nel 1967 un atto continuato di aggressione nei confronti dei cittadini palestinesi”, Gad c’è. Se si tratta di firmare, e siamo nel 2016, per il “Salva Israele, ferma l’occupazione”, lui c’è.

images

“Se amate Israele-dice Gad-il silenzio non è più un’opzione possibile”. (Sic). Aggiungendo che “la situazione è disastrosa” perché “il protrarsi dell’occupazione israeliana opprime i palestinesi e alimenta un ciclo interrotto di spargimento di sangue” inoltre “corrompe le fondamenta morali e democratiche dello Stato d’Israele”. Diamine, ogni volta che si tratta di criticare il suo Paese la mano firmatrice di Gad parte, di scatto, in automatico e comincia a muoversi per un moto irrefrenabile . A questo punto è necessario un nuovo appello pubblico sullo strano “vizio” di Lerner: firma anche tu perché delle firme di Gad non ne puoi più.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Un pensiero su “Gad c’è. Amen

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Altri post dello stesso Autore