Archivio tag: champions league

2302938_mrt

La malinconia azzurra

di Ernesto Santovito

Tutto è azzurro a Napoli. Anche la malinconia è azzurra scriveva Libero Bovio.
Ed ora che il sogno, quel sogno, è malamente bruciato, la città è malinconica e azzurra. Due volte in vantaggio, a Madrid come a Napoli, due volte non è bastato. In italiano esistono due parole, sonno e sogno, ma il napoletano, come osservò acutamente Erri De Luca, ne porta una sola, suonno. Il Napoli per due volte è andato in vantaggio con i suoi folletti (Insigne e Mertens) alimentando il grande sogno, ma poi lentamente  si è tutto trasformato in un grande suonno. Continua a leggere

Schermata zzxzxz2016-05-05 alle 17

Cazzate & cazzimma

 di Adolfo Mollichelli

Quant’è bella la cazzimma/che si fugge tuttavia/ce l’ha solo Lorenzo/tutti gli altri/l’han perduta/smarrendosi lungo la (Gran) via.

La gita fuori porta, la scampagnata madrilena è finita male. Sul campo è andata così così, con undici minuti di realtà sognante, quelli che sono intercorsi tra l’invenzione di Lorenzinho ed il pareggio di Benzema. Davanti alle telecamere è andata peggio. Con lo stupefacente (ehm!) Aurelio Primo a dire cazzate, zeta doppia come cazzimma. Duro e farneticante attacco a Sarri, senza ragione alcuna. Sfruttate poco le risorse della rosa? E chi avrebbe dovuto far giocare Sarri, il Pavoletti dei garretti perduti preso a peso d’oro per introitare il guadagno derivante dalla cessione di Gabbiadini già super bomber in Premier? Stop. Continua a leggere

223649598-bde62d9a-d106-4f98-b8f1-cdbbf0b282e6

Gesù, fate Luz
E continua l’avventura Champions

di Adolfo Mollichelli

Batte il Benfica anche al Da Luz ed è primo nel suo girone di Champions. Napoli milionario ed Eduardo non c’entra. Fiumi di milioni in casa azzurra e fiumi di champagne in casa De Laurentiis. Mittente l’Uefa. Segnano Callejon che festeggia col ciucciotto (auguri per la secondogenita) e Mertens il belga di tutte le serpentine, possibili ed impossibili. Continua a leggere

Mosca - UDINESE NAPOLI

Lorenzino bum bum

di Adolfo Mollichelli

Spesso è capitato che il Ciuccio s’impuntasse dopo una sosta. Stavolta non è capitato. Torna al gol Insigne. Una doppietta –e sarebbe potuto essere una quaterna -, come quella volta contro il Milan. Non vinceva ad Udine da nove anni, un eternità. Allora lo stadio si chiamava Friuli. Ora è la Dacia Arena neanche fosse la città di Putin e non dei Pozzo

Continua a leggere

Fotosud -

Turchi napoletani

di Ernesto Santovito

Profeta, maestro di calcio, tecnico all’avanguardia. Sarri, l’allenatore  che tutti coccolavano anche quando diceva banalità stupefacenti, è ormai completamente in confusione, sembra navigare senza bussola al timone di una squadra che senza Higuain sembra aver perso  consapevolezza e coscienza dei propri mezzi. Si sognavano i nove punti, la chiusura anticipata del girone, la riscossa dopo la doppia battuta d’arresto in campionato. Invece il Girone si è riaperto Con azzurri a 6 punti, Besiktas a 5 e Benfica a 4 Continua a leggere

Fotosud - SPORT NAPOLI BENFICA esultanza gol hamsik (NEWFOTOSUD RENATO ESPOSITO)

Julio Cesar da una mano a Mertens

di Ernesto Santovito

Quelli che guardano il calcio attraverso numeri e statistiche, sbagliano poco. E le cifre di Napoli-Benfica parlavano chiaro, non c’era da interpretare niente. Gli azzurri nelle dieci partite casalinghe della Champions League ne avevano vinte dieci pareggiandone tre. Al contrario il Benfica aveva vinto solo due volte con un club italiano sui nove incontri, ed eravamo al calcio in bianco e nero quando c’era la vecchia Coppa dei Campioni e non c’era la marcetta che fa sognare Continua a leggere

1962995_mosca_-_dinamo2

Il killer con la faccia da bambino

 di Ernesto Santovito

I suoi sono gollonzi, un rilancio goffo, un rimpallo, palle a campanile, insomma, niente applausi ma tanta sostanza. Arek Milik sta conquistando i cuori azzurri a furia di doppiette, il gigante è uno che non perdona sotto rete. E soprattutto di testa. Due zuccate in dieci minuti e pratica sbrigata. Quando sale in cielo, sono guai per chiunque. Un killer con la faccia da bambino. Continua a leggere