Archivio tag: Gianpaolo Santoro

14971888_10209776413800344_889947568_n

Germania nera

di Gianpaolo Santoro  

Quante volte abbiamo sentito l’esaltazione del modello di integrazione tedesco? Quante volte è stata presa come esempio la politica delle porte aperte, della tolleranza, del multiculturalismo senza identità della Germania? Tante, tantissime, sempre. Ma è davvero così? L’anno scorso la Germania ha accolto un milione di migranti, la cifra più alta d’Europa sia in termini relativi che assoluti. Subito dopo l’estate Angela Merkel ha lanciato, insieme ai maggiori gruppi industriali (da Lufthansa, a Deuschte Bank a Siemens a Wolskwagen) l’operazione  Wir zusammen  (Noi insieme) che ha l’obiettivo dell’inserimento dei migranti nel mondo del lavoro. Continua a leggere

renzi-refe-81

Mille giorni di te e di me

di Gianpaolo Santoro

Eh si, siamo arrivato a mille giorni. Mille maledetti giorni verrebbe voglia di dire di Renzi al governo, di annunci e previsioni sbagliate, di slide e di grafici, di riforme e leggi con fiducie e ghigliottine e canguri, di epurazione di uomini del suo partito dalle commissioni parlamentari e si nuove alleanze con fuoriusciti dal centrodestra, voltagabbana che eletti dall’altra parte hanno messo in atto il soccorso azzurro, una esecrabile girandola senza fine. Continua a leggere

14805445_10209609081897151_412883722_n

Per un pugno di petroldollari

di Gianpaolo Santoro

 Diplomazia, giustificazioni, strategie. L’Italia dopo la bufera dell’astensione sulla vergognosa risoluzione Unesco ha cercato di reagire, di salvare la faccia: prima la sfuriata di Renzi che faceva finta di essere all’oscuro di tutto, poi la ricerca di un colpevole . Ma ormai il gioco è a carte scoperte, l’Italia si è astenuta perché   “alleata” con il Qatar per far eleggere  l’ex ministro della Cultura Hamad Bin Abdulaziz Al Kawari, attualmente “consigliere culturale dell’emiro” al Thani, nuovo direttore dell’Onu per Educazione, Scienza e Cultura dell’Onu Continua a leggere

shimon peres

Shimon Peres , l’uomo della Pace

di Gianpaolo Santoro

Con Shimon Peres se n’è andato un pezzo di storia. Non di Israele di cui era stato tra l’altro primo ministro e Presidente della Repubblica, ma del mondo. E’ andato via un grande uomo. Il conciliatore. Uno statista e un uomo d’azione, per larghi tratti della sua vita amato e celebrato più in Europa, più in America ed in parte del mondo arabo che nel suo paese. Le urne gli sono state quasi sempre ostili, al punto che lo chiamavano “the loser”, il perdente. Eppure  come ha ricordato puntualmente Benjamin Netanyahu “non c’è un capitolo nella storia dello Stato di Israele, in cui Shimon non abbia preso parte”. Si, se n’è andato   l’ultimo dei padri fondatori dello stato ebraico, l’ultimo “hakazen”, grande vecchio Continua a leggere

000

Le macerie dell’ipocrisia

 di Gianpaolo Santoro

Ogni volte che la terra maledettamente trema, tremano anche le coscienze del paese. Ed è cosa buona e giusta ci mancherebbe. E’ il momento del dolore, delle ultime speranze. E’ il momento delle lacrime e dei funerali. E’ il momento della ricerca della verità e delle responsabilità, delle polemiche, del confronto e della propaganda (anche se non si dice). E’ il momento dell’ipocrisia

Continua a leggere

4be806e4f8bf48ec893c5d4397cb45e0-k6gC-U43220125365711XHF-1224x916@Corriere-Web-Sezioni

La terra trema di vergogna

di Gianpaolo Santoro

La terra si è rimessa a tremare nel cuore della notte, nel cuore dell’Italia. Ad Amatrice e Accumoli (Rieti) e ad Arquata e Pescara del Tronto (Ascoli). Come in Irpinia, come a L’Aquila, come in Emilia Romagna, come mille altre volte in questo paese fragile e friabile, ormai indifeso, marchiato e segnato da zone altamente sismiche e da speculazioni e costruzioni fuorilegge. Questo è il sedicesimo sisma che ha superato la magnitudo 6 della scala Richter in Italia, una scossa di tale violenza che, dalle nostre parti, non resta che fare il segno della croce Continua a leggere

l-avvocato-che-bacia-il-piede-della-pm-826076_tn

La giustizia fatta con i piedi

di Gianpaolo Santoro

Calze e mezze calze. Toghe e mezze toghe. Siamo del resto un Paese di mezzo, si sa.  Magistratura nell’occhio del ciclone. Sempre. E’ il nostro destino. Ma una volta tanto non parliamo di sentenze giuste, ingiuste e politiche. Da mani pulite a piedi sporchi. Si, di una giustizia fatta coi i piedi. E dello schizofrenico  tritacarne mediatico-politico al quale ormai ci siamo colpevolmente assuefatti Continua a leggere